Assicurazione
professionale
per fotografi

Proteggi la tua professione con
la prima assicurazione per fotografi
che ti premia

Cerchia Fotografi Professionisti

 
 
 
 
  ... sono già nella community

A cosa serve la RC professionale del fotografo?

assicurazione icon

L'Assicurazione responsabilità civile professionale per i fotografi copre i danni che possono essere arrecati ai clienti durante lo svolgimento della propria attività di Fotografo.

La RC professionale fotografo serve a tenerti indenne del risarcimento che saresti tenuto a pagare se ritenuto civilmente responsabile.

E' quindi uno strumento assicurativo fondamentale per evitare gli enormi rischi nei quali potresti incorrere (rimborsi, cause legali, ecc.).

Cosa copre l'assicurazione fotografi professionisti?

L’assicurazione per i fotografi copre diversi rischi:

● la Responsabilità Civile Professionale (RCP): copre da danni causati a terzi (es. cliente) connessi allo svolgimento della propria prestazione professionale (ad esempio il danneggiamento di una scheda dati contenente le foto di un matrimonio);

● la Responsabilità Civile verso Terzi (RCT): copre da danni materiali e fisici causati a persone o a cose (ad esempio la rottura di oggetti nell’ambito di esecuzione della prestazione);

● la Responsabilità Civile verso collaboratori (RCO): copre nel caso in cui un collaboratore si infortuni nello svolgimento dell’attività lavorativa;

● i Danni accidentali alle attrezzature: copre i danni accidentali o i furti subiti dal materiale fotografico (apparecchiature e attrezzature elettroniche) sia in studio fotografico che fuori sede.

Perché assicurarsi con Axieme?

descrizione icon
descrizione icon

Axieme è la prima Social Insurance italiana.

Siamo nati per rivoluzionare il settore assicurativo e per far risparmiare gli assicurati virtuosi che, alla scadenza della polizza, si vedranno rimborsare una parte del costo dell'assicurazione (#Giveback)✌.

Quando acquisti la tua assicurazione entri in un gruppo di altre persone che hanno sottoscritto l'assicurazione professionale dei fotografi come te.

Alla scadenza della polizza ricevi il rimborso (Giveback) di una parte del costo dell'assicurazione con una logica molto semplice: minori sinistri avvenuti nel gruppo = maggiore Giveback

Lavoriamo solo con i migliori e vi assicuriamo solo con compagnie assicurative primarie.

Benvenuti nel futuro delle assicurazioni.

👇 Trova qui la risposta alle tue domande 👇

  • La polizza copre il risarcimento al cliente nel caso in cui i files delle fotografie/riprese andassero irrimediabilmente perduti prima della consegna? keyboard_arrow_down
    Si, si tratta di un esempio di "danno professionale", in quanto la perdita involontaria e colposa dei files che crea un danno al tuo cliente è imputabile alla tua responsabilità civile professionale.
  • Nel caso menzionato sopra (perdita immagini) la polizza copre il risarcimento al fotografo per il mancato guadagno?keyboard_arrow_down
    No, la polizza copre la TUA responsabilità civile professionale verso terzi e quindi le richieste di risarcimento che potresti ricevere dai tuoi clienti (i terzi) e non i danni subiti da te stesso per il mancato guadagno.
  • Se la perdita dei files capita ad un collaboratore ingaggiato per il lavoro in oggetto (ad esempio, operatore video incaricato appositamente delle riprese video per un servizio matrimoniale), c'è copertura di polizza?keyboard_arrow_down
    Si, la copertura è estesa anche alla responsabilità civile che ti può derivare da fatti commessi da tuoi dipendenti o collaboratori (purché inquadrati con regolare contratto).
  • Se una malattia o un infortunio impediscono al fotografo di portare a termine il lavoro e questo causa dei danni al cliente per il ritardo nell'esecuzione del servizio, c'è copertura?keyboard_arrow_down
    Posto che la copertura riguarda i danni causati a terzi e non quelli da te subiti (vedi domande precedenti) affinché possa esserci indennizzo devono esserci:

    1. oggettività di un danno effettivamente causato (un mero ritardo nell'effettuare uno shooting familiare che non ha termini o scadenze precise per il vostro cliente non è un danno oggettivo)

    2. un oggettivo impedimento imprevedibile e di gravità tale da non permetterti di eseguire la prestazione che causa il danno oggettivo. Quindi un raffreddore o la febbre non sono oggettivamente dimostrabili, mentre lo sono un referto medico di ricovero o la radiografia di un braccio rotto
  • Se il professionista urta un vaso e lo rompe, c'è copertura?keyboard_arrow_down
    Si, sei coperto per danneggiamenti a cose avvenuti involontariamente e incidentalmente nell'ambito di esecuzione della tua attività professionale. Ricorda che questa copertura prevede una franchigia del 10% del danno (con il minimo di 500€) quindi se il vaso vale 2.000€ la compagnia coprirà 1.500€.
  • Se il professionista ingaggia un assistente e questo si fa male durante lo svolgimento del lavoro?keyboard_arrow_down
    Sei coperto se attivi la garanzia chiamata "RCO – Responsabilità Civile verso i Prestatori d'Opera". E' una copertura aggiuntiva che puoi richiederci.
    Questa copertura per legge prevede però che il tuo assistente sia inquadrato con regolare copertura INAIL, quindi perché l'assicurazione copra deve essere regolarmente assunto (stagista, apprendista, CoCoCo, dipendente ecc.).
    Nel caso il tuo collaboratore abbia sua partita iva è di fatto un fornitore esterno su cui non hai responsabilità da "datore di lavoro". Poiché la RCO è un'estensione facoltativa di copertura, devi ricordarti di chiederci l'apposita estensione.
  • Che tipo di protezione viene richiesta (porta blindata, allarme, ecc) per la copertura da furto in studio dell'attrezzatura?keyboard_arrow_down
    Non è richiesta necessariamente la porta blindata né particolari sistemi di antifurto, l'importante è che lo studio sia effettivamente chiuso da una porta con serratura e che l'introduzione del ladro sia comprovata da effettivi danni da furto (ad es. scasso della serratura o rottura della finestra).
  • Se l'attrezzatura viene lasciata in auto dentro al cofano chiuso e senza che il contenuto sia visibile dall'esterno, in caso di furto c'è risarcimento?keyboard_arrow_down
    Si, è considerato un evento involontario da "danno accidentale".
  • Se l'attrezzatura viene scippata?keyboard_arrow_down
    Sei coperto. Dovrai presentare apposita denuncia di scippo alle forze dell'ordine e fornircene copia.
  • Quali sono i documenti/prove da produrre e consegnare in caso di sinistro?keyboard_arrow_down
    In base alla tipologia di sinistro:

    - Responsabilità Civile Professionale: la richiesta di risarcimento danni scritta ricevuta dalla controparte o dal tuo cliente

    - Responsabilità Civile per danni a terzi o per infortuni di collaboratori: una descrizione scritta dell'accaduto che riporti tutte le circostanze (data, ora, luogo dell'evento) ed eventuale documentazione a supporto (ad es. se è stata ferita una persona il referto ospedaliero)

    - Danni accidentali: una descrizione scritta dell'accaduto che riporti tutte le circostanze (data, ora, luogo dell'evento), fatture d'acquisto dell'attrezzatura e - in caso di furto, scippo o furto con destrezza – apposita denuncia presentata alle forze dell'ordine.

    L'Assistenza di Axieme si occuperà della gestione del tuo sinistro e sarà a tua disposizione per guidarti nella produzione dei documenti necessari.